Domenica 19 Marzo 2017 - ore 17:30
Polo Scolastico Provinciale, via Madonna delle Carceri - CAMERINO

Zuzanna SOSNOWSKA
VIOLONCELLO

Naoko SONODA
PIANOFORTE


J.S. BACH 
Allemande. Courante dalla Suite n.6 per violoncello solo
S. PROKOFIEV
Sonata per violoncello e pianoforte
G. ROSSINI 
Une Larme – Tema e Variazioni
G. BACEWICZ 
Capriccio polacco
P. VASKS 
Pianissimo da Grāmata čellam “The Book” per violoncello solo
L. van BEETHOVEN 
Sonata op. 69 n.3 per violoncello e pianoforte


Zuzanna Sosnowska è nata nel 1993 a Białystok in Polonia. Ha iniziato a suonare il violoncello a sette anni. Dal 2009 al 2012 ha frequentato la Zenon Brzewski Music School a Varsavia, nella classe di Andrzej Orkisz. Dal 2012 studia alla Hochschule für Musik Franz Liszt di Weimar con Wolfgang Emanuel Schmidt. Zuzanna ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali: Secondo Premio al Concorso Internazionale di Liezen in Austria, Primo Premio al Concorso Internazionale Petar Konjovic di Belgrado, Secondo Premio al Concorso Internazionale Antonio Janigro di Porec in Croazia. Nel 2015 vince il Primo Premio e ben due Premi Speciali – quello per la migliore interpretazione del brano “Grave” di Witold Lutoslawski e quello per l’esecuzione del lavoro commissionato dal Concorso al compositore P. Mykietyn – al Concorso Internazionale Witold Lutoslawski di Varsavia, ex-aequo con Maciej Kulakowski. Ha partecipato a molte masterclasses, nel corso delle quali ha avuto l’opportunità di lavorare con insegnanti del calibro di F. Helmerson, P. Muller, J. P. Maintz, L. Fenyo, G. Rivinius, J. Berger, K. Michalik, Na Mula, T. Strahl, A. Orkisz. E’ membro della “Metamorphoses Berlin” Chamber Orchestra e del “Cello Ensemble Weimar” e si è esibita sia nella veste di solista sia con questi ensemble in Polonia, Germania, Olanda, Austria, Francia, Italia, Canada e Norvegia. Zuzanna ha ricevuto una borsa di studio dal Ministero Polacco della Cultura e delle Arti e una dalla Presidenza del Consiglio del suo Paese. Negli anni dal 2007 al 2012 ha preso parte al National Children's Found Program. Nel 2013 ha goduto del sostegno della Yehudi Menuhin Foundation. Nel 2015 ha ricevuto la borsa di studio Charlotte Krupp dalla New Liszt Foundation di Bonn.

Naoko Sonoda è nata in Giappone e ha studiato alla Scuola di Musica Toho Gakuen con i professori Seiko Ezawa e Mikhail Voskresenky; dopo il diploma, ha proseguito i suoi studi alla Universität der Künste di Berlino con Rainer Becker. Ha inoltre seguito master-class di musica da camera con Tabea Zimmermann e Natalia Gutman e corsi di perfezionamento con Hans Leygraf, Ferenc Rados, Klaus Hellwig, Pascal Devoyon e Jacques Rouvier. Dopo essersi diplomata, Naoko Sonoda ha collaborato come pianista accompagnatrice con l’Universität der Künste di Berlino, la Hochschule für Musik Hanns-Eisle di Berlino e la Franz Liszt Musikhochschule di Weimar. Naoko Sonoda ha vinto diversi premi in concorsi internazionali, tra cui quelli di Gioia del Colle, Trieste e Lodz (Polonia). L’artista si è esibita in recital e concerti di musica da camera in Europa e in Asia, in rassegne prestigiose come il Festival di Schleswig Holstein. Ha suonato con orchestre del calibro della Das Sinfonie-Orchester di Berlino diretta da Martin Braun e ha collaborato con artisti quali Kolja Blacher, Hartmut Rohde, Mark Gothoni, Danjulo Ishizaka, Jens Peter Maintz, Andrei Ionita e Wolfgang Emanuel Schmidt. Ha ricevuto premi come miglior pianista accompagnatrice al Musikstadt Markneukirchen (2013), alla Lutoslawski International Cello Competition di Varsavia (2015) e al XV Premio Tchaikovsky (2015).